Coda di Rondine, la Giunzione Perfetta per i Cassetti

Mobili Grezzi con cassetti a coda di rondine L’incastro cosiddetto “a coda di rondine“ è sicuramente il migliore per la costruzione di un cassetto.

La sua particolare lavorazione fa in modo che la parte frontale, sottoposta negli anni a sollecitazioni, non si separi dalle sponde, garantendo quindi il perfetto funzionamento del cassetto.

Questo tipo di giunzione si può fare esclusivamente su legno massello e non su multistrati, listellari, mdf o truciolari, questo perché soltanto il legno massiccio può essere lavorato in questo modo senza sgretolarsi o rompersi.

Quali Legni Utilizzare

Per costruire un cassetto è possibile impiegare varie essenze di legno, le migliori sono: faggio, noce, rovere, abete, legni duri e compatti. In alternativa è comunque possibile utilizzare pioppo, tiglio, toulipier, legni più teneri ma comunque di buona qualità.

Come Realizzare la Coda di Rondine

Esistono diversi modi per farla, questo video dimostra com’è possibile utilizzando una fresatrice e un’apposita dima.

In alternativa esistono anche metodi manuali, che prevedono l’utilizzo di specifici utensili e di un seghetto.
Per ulteriori informazioni consultate queste due guide, dov’è spiegata passo passo la procedura da eseguire.

http://www.utensiliprofessionali.com/sawguide.html

http://www.arcadilegno.it/viewtopic.php?f=6&t=11431&p=150699

Valorizza il tuo mobile

Un mobile artigianale costruito con piccoli accorgimenti tecnici come questo può durare molto più tempo rispetto ad uno prodotto in serie, testimoni di questo sono i mobili antichi, la maggior parte di essi ha cassetti a coda di rondine. 

 
Tags: , ,

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>